eBook - Guida all'acquisto dell'orologio

Componenti degli orologi - Le casse: i materiali, i trattamenti e il loro valore

I componenti

La cassa

    i materiali

Le casse possono essere fatte con diversi materiali, che ne differenziano chiaramente l'utilizzo ed il prezzo. Di seguito ne indichiamo pregi e difetti.
Ricordiamo, in ogni caso, che normalmente sono impiegate delle leghe e perciò le proprietà possono variare leggermente.

Casse in materiali plastici


Non sono molto prestigiose. Possono dare allergie. Poco resistenti.

Casse in fibra di carbonio


Si presentano scure o nere.
Sono leggere, hanno grande resistenza meccanica, oltre a sopportare perfettamente gli agenti chimici e alle variazioni di temperatura, grazie alle capacità d'isolamento termico che le rendono addirittura ignifughe.

Casse in alluminio


Le casse in alluminio sono trattare, si presentano color argento, leggere, non magnetiche.
Sono relativamente resistenti all'ossidazione e, quindi, alla corrosione.
È piuttosto facile che si graffino.
Alcune persone possono esserne allergiche.

Casse in ottone


Le casse in ottone sono normalmente cromate o dorate per darne l'aspetto dell'acciaio o dell'oro.
Col tempo le casse possono perdere il rivestimento e diventare opache; per combattere questo invecchiamento dovuto all'usura bisogna cromare o dorare nuovamente le casse.

Casse in materiali particolari


Non sono molto diffuse.
Possono essere in ceramica, in granito, in legno, ecc.
Pochissimi modelli hanno la cassa con uno di questi materiali.

Casse in acciaio


Sono molto diffuse perché il materiale è affidabile, robusto e, soprattutto, ha un costo ridotto.
Purtroppo ha la pecca di essere piuttosto pesante, rispetto agli altri materiali (ovviamente stiamo parlando di grammi).

Casse in titanio


Il materiale è bianco.
Nonostante la sua leggerezza è molto resistente (un +30% rispetto all'acciaio) anche alla corrosione.
Le casse in titanio sono molto apprezzate per le proprietà antimagnetiche e soprattutto per quelle anallergiche!
In genere questi modelli sono dotati di un rivestimento di protezione antigraffio.
Utilizzato per gli orologi sportivi.
Sembra avere solo pregi questo tipo di cassa, ma sono proprio loro che portano l'unico svantaggio: un prezzo piuttosto alto rispetto agli altri materiali.



Casse in platino


Resistentissimo alla corrosione e all'ossidazione, inattaccabile dagli acidi, quasi antimagnetico, resistente al calore, anallergico.
La densità e l'elevato peso specifico rendono molto duraturo questo metallo: mentre l'oro si consuma (basti pensare alle incisioni che dopo qualche anno sbiadiscono), il platino non cambia aspetto, colore o brillantezza per moltissimi anni.
Le sue caratteristiche lo rendono sicuro anche per le incastonature delle pietre preziose.
È 30 volte più raro dell'oro e, anche per questo, risulta essere molto costoso.

Casse in argento


Tendono a diventare opache e scure; vanno mantenute lucenti con appositi prodotti. La lucidatura accentua il bianco brillante metallico.

Casse in oro


Materiale pesante di colore giallo, è molto tenero, per questo si consuma maggiormente rispetto agli altri materiali visti finora.
Molto resistente, in ogni caso, alla stragrande maggioranza degli agenti esterni: aria, umidità, calore e acidi.
La sua purezza è stabilita in "carati" o in "millesimi; ad esempio: i 24Kt (anche Ct oppure K) e i 999/1000 indicano l'oro puro.
Data la sua duttilità è legato ad altri materiali creando nuove tonalità di colore:
Oro giallo                »»    argento e rame
Oro giallo pallido     »»    poco rame molto argento
Oro rosa                  »»    molto rame poco argento
Oro rosso                »»    rame
Oro bianco              »»    palladio
Oro verde               »»    argento
Oro lilla                   »»    alluminio
Oro blu                   »»    cobalto

    i trattamenti

Le casse possono venir trattare, ovvero subire delle lavorazioni per le quali il materiale principale viene "coperto".
Più un trattamento è forte, più tempo la cassa rimarrà del solito aspetto.
(µm = micron = millesimo di millimetro)
Placatura debole: 3-5 µm
Placcatura media: 10 µm
Placcatura forte: 20 - 40 µm
Gli orologi di scarsa qualità hanno addirittura meno di 1 µm.
Tra i trattamenti più conosciuti ricordiamo la placcatura e la cromatura, ma n'esistono delle altre meno conosciute come la rodiatura, l'argentatura, la platinatura, la PVD (Physical Vapor Deposition), la brunitura, la nichelatura, la laminatura, etc.

    il valore

Il valore della cassa non è definito solo dal materiale usato!
Ci sono anche altri elementi da considerare: l'impermeabilità, la forma, le rifiniture e/o decorazioni, eventuali pietre preziose aggiunte alla cassa stessa, più altre varie lavorazioni cui è stata sottoposta.